stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport La Fortitudo Agrigento vince 85-79 contro la Juvi Cremona e scala la classifica
BASKET

La Fortitudo Agrigento vince 85-79 contro la Juvi Cremona e scala la classifica

Un pranzo domenicale perfetto con la Fortitudo Agrigento che vince 85-79 contro la Juvi Cremona e si porta a ridosso del quarto posto in classifica in piena zona playoff. Rientra dall'influenza Cosimo Costi ma è assente per un problema fisico Mait Peterson, a sostituirlo ci pensa Sadio Traore che però a metà partita si infortuna ed esce dal campo dopo una buona prestazione. Il Palamoncada torna ad essere il fortino di sempre, l'ultima sconfitta risale ad oltre due mesi fa contro Milano e da allora, se pur con qualche sofferenza, sono state battute molte squadre blasonate ed altre che puntano la salvezza. La Juvi Cremona dopo aver cambiato assetto nelle ultime settimane ha dimostrato di giocare una buona pallacanestro ma ha mancato di lucidità e nell'essere cinici nei momenti cardini del match. Ha messo in difficoltà la difesa agrigentina sin dall'inizio ma la squadra di coach Cagnardi non ha mai perso il ritmo degli avversari e grazie alle triple di Ambrosin e la tenuta offensiva di Marfo la squadra ha martellato dal terzo periodo fino alla fine. Bel gesto di sportività di Daeshon Francis che, da solo davanti al canestro, a fine partita ha deciso di non schiacciare. Un gesto sottolineato dal coach cremonese ed apprezzato dagli avversari. Poco apprezzata, invece, la gestione arbitrale da parte della Juvi Cremona che ha recriminato più e più volte sulle scelte prese. Nel finale la Juvi ha ritrovato le energie e vince il parziale 17-22 cercando di riaprire il match ma Alessandro Grande e Daeshon Francis la chiudono e portano a casa due punti pesanti per Agrigento. Tanta sportività a fine partita e coach Crotti che si complimenta con Agrigento per il gioco espresso. Il top scorer del match è Ambrosin con 24 punti, seguito da Marfo con 20 con 8 rimbalzi, in doppia cifra anche Grande e Francis rispettivamente con 15 e 13 punti. Devis Cagnardi sottolinea l'importanza dei rimbalzi ottenuti e dei rimbalzi offensivi in favore di Agrigento oltre alla soddisfazione di avere un bottino importante di punti conquistati al Palamoncada. Prossimo match in trasferta a Latina.

TABELLINO
Moncada Energy Agrigento - Ferraroni Juvi Cremona 85-79 (25-23, 17-17, 26-17, 17-22)
Moncada Energy Agrigento: Lorenzo Ambrosin 24 (3/7, 4/10), Kevin Marfo 20 (8/11, 0/0), Alessandro Grande 15 (2/3, 3/9), Daeshon Francis 13 (4/7, 0/1), Cosimo Costi 8 (2/2, 1/3), Matteo Negri 5 (0/0, 1/2), Albano Chiarastella 0 (0/1, 0/4), Sadio soumalia Traore 0 (0/0, 0/0), Nicolas Mayer 0 (0/0, 0/0), Mait Peterson 0 (0/0, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 25 - Rimbalzi: 35 12 + 23 (Kevin Marfo 8) - Assist: 20 (Albano Chiarastella 9)
Ferraroni Juvi Cremona: Bryce Douvier 18 (3/4, 2/3), Trevon Allen 13 (2/12, 2/6), Alfredo Boglio 13 (1/3, 3/4), Eugenio Fanti 11 (4/7, 1/3), Ferdinando Nasello 11 (5/5, 0/1), Luca Vincini 6 (2/2, 0/0), Niccolò Giulietti 4 (2/4, 0/2), Marko Milovanovic 3 (0/0, 1/3), Davide Reati 0 (0/0, 0/0), Simone Roberto 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 18 - Rimbalzi: 29 7 + 22 (Bryce Douvier 14) - Assist: 9 (Eugenio Fanti 4)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X