LA BUONA NOTIZIA

Gucciardo: "L'economia di Agrigento è in ripresa"

di

Ci sono segnali di risveglio dell'economia agrigentina, quelli che Claudia Gucciardo, presidente del consiglio notarile dei distretti riuniti di Agrigento e Sciacca, definisce "barlumi di ripresa, a livello di mutui e compravendite. Visto che sono calati i prezzi le compravendite stanno avendo un po' di respiro".

Il presidente ha parlato ieri in occasione della seconda edizione del convegno dal titolo "Ars Notaria Scienza e Prassi alla luce delle recenti novità normative" che si è svolta al Golf Verdura Resort di Sciacca. C'erano i notai agrigentini, ma tanti altri che sono arrivate da diverse città della Sicilia e dal resto d'Italia. Il convegno ha seguito idealmente quello che lo scorso anno si è tenuto ad Agrigento presso l'Hotel Villa Athena ed ha riguardato tutte le novità normative in materia societaria ed immobiliare, dagli strumenti per individuare precocemente una crisi di impresa e per affrontarla efficacemente, alle vecchie e nuove tutele in materia di trasferimenti di immobili da costruire.

L'argomento più caldo è sicuramente il tema degli immobili da costruire. Infatti, i preliminari di immobili da costruire, il cui titolo edilizio sia stato richiesto a decorrere dal 17 marzo 2019, dovranno, per legge, essere redatti, a pena di nullità, con atto pubblico notarile o scrittura privata autenticata da Notaio. Si rinnovano pure le tutele che il legislatore aveva approntato nel 2005, ma affinando, oggi, gli strumenti giuridici e finanziari (maggiore garanzia, tutela e controllo notarile, polizze fideiussorie e polizza decennale postuma, in versione rafforzata).

Il tutto a vantaggio del cosiddetto contraente debole, individuato nell'acquirente persona fisica, di immobile da costruire. Il successo dello scorso anno ha stimolato il Consiglio notarile di Agrigento e Sciacca ed il presidente, Claudia Gucciardo, a riproporre il convegno di grande respiro scientifico con la presenza di circa 150 notai. Il convegno ha avuto lo scopo di rinvigorire il rapporto del notariato con le istituzioni e gli uffici locali, in primo luogo con la magistratura, con l'Agenzia delle Entrate e del Territorio e con il mondo accademico e l'università.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X