DAL GDS IN EDICOLA

Mancato rimborso e casse a secco, il Comune di Agrigento contro l'Asp

Il Comune ricorrerà in appello, impugnando la sentenza del tribunale di Agrigento che ha rigettato la richiesta del Municipio d'ottenere la condanna dell'Asp per il mancato rimborso delle somme dovute, quale quota di compartecipazione, per i costi sostenuti per l'inserimento di persone con disabilità psichica in comunità alloggio.

A decidere di impugnare la sentenza di primo grado è stato il sindaco Lillo Firetto: lo stesso che, nei mesi passati, aveva evidenziato il dramma dei mancati rimborsi da parte dell'azienda sanitaria provinciale.

Le casse comunali che fanno «acqua» da tutte le parti e «spettro» di dissesto finanziario non è mai stato completamente scongiurato. "L'Asp dovrebbe rimborsare ai Comuni il 50 per cento delle spese sui ricoveri psichici. Si tratta di una assistenza sanitaria minimale - ha già spiegato il sindaco di Agrigento, nonché vice segretario dell'Anci, Lillo Firetto - . Rimborsi che però non ci sono".

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X