RAI1

Abusivismo edilizio a Licata, Cambiano all'Arena di Giletti: "Ho solo fatto il mio dovere"

abusivismo edilizio, l'arena, licata, rai1, Angelo Cambiano, Massimo Giletti, Agrigento, Cronaca
Angelo Cambiano

LICATA. L'abusivismo edilizio e le demolizioni di Licata di nuovo alla ribalta tv. A mesi di distanza dalla prima trasmissione, L'Arena di Massimo Giletti ha realizzato una nuova puntata sull'argomento ieri pomeriggio (clicca qui per vedere il video al minuto 1:08). In studio il sindaco, Angelo Cambiano, che in questo sei mesi è stato oggetto di minacce (tra cui l'incendio della casa di campagna del padre) e ora è sotto tutela di una scorta. Ultima probabile intimidazione pochi giorni fa quando un proiettile inesploso è stato trovato davanti al Comune.

Cambiano ha anche dovuto affrontare forti attacchi politici e una mozione di sfiducia nei suoi confronti sarà votata nei prossimi giorni in Consiglio comunale.

“Mi trovo in questa situazione solo perché ho fatto il mio dovere, - ha detto il sindaco durante il talk show - ho ricevuto un ordine da parte della Procura della Repubblica di Agrigento, ed ho avviato il percorso per le demolizioni d’immobili abusivi costruiti entro i 150 metri dalla costa. Ma i cittadini pensano che è il sindaco che vuole demolire”.

Durante la trasmissione è stato anche mandato in onda un servizio con interviste ad alcuni licatesi, per lo più contrari all'azione del sindaco. La sintesi del pensiero è che non doveva agire ma semplicemente "lavarsene le mani". Ma in molti riconoscono che sta rischiando molto sia politicamente che personalmente. Cambiano ha comunque difeso i suoi concittadini, evidenziando che non tutti la pensano in questo modo.

Nella stessa puntata la trasmissione si è occupata anche delle case abusive a Triscina e Tre Fontane con un collegamento esterno con il sindaco di Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X