stampa
Dimensione testo
BASKET

L'addio a sorpresa di Franco Ciani alla Fortitudo Agrigento, i tifosi: "Fine di un ciclo"

basket, fortitudo agrigento, Franco Ciani, Agrigento, Sport
Franco Ciani, ex coach della Moncada Agrigento

I tifosi della Fortitudo provano a metabolizzare la partenza di Franco Ciani e guardano al futuro con ritrovato entusiasmo, nella consapevolezza che il coach friulano ha gettato le basi per continuare a far bene.

"Si è chiusa un'era - dice Irene Strazzeri - mettiamo i tempi di Ciani nella cassetta dei ricordi che non tornerà più come sono certa che non tornerà nemmeno l'entusiasmo di questi anni. Spero - aggiunge - che adesso arrivi un giovane esordiente che possa avere voglia di mettersi in mostra".

Daniela Adragna oltre ad essere fan della Moncada è amica personale di Franco Ciani. "I miei sentimenti sono contrapposti. Se penso al rapporto umano - dice - mi dispiace tantissimo ma sono contenta che si avvicini alla sua famiglia. Dal punto di vista tecnico sono certa che abbia fatto la scelta giusta. Era arrivato il momento di avvicinarsi a casa. Nonostante un altro anno di contratto credo che dopo otto anni ad Agrigento gli servissero nuovi stimoli. Da tifosa posso dire che è stata fatta la scelta giusta. Mi auguro che al suo posto possa arrivare un grande comunicatore quale è stato Franco. Un tecnico capace di far crescere i ragazzi, mentalità nordica che coniugata alla nostra praticità era l'ideale per far crescere l'ambiente".

Peppe Grimaldi è sicuramente tra i tifosi più rappresentativi. Il presidente del "Fortitudo Family" non si aspettava l'addio del coach. "Mi dispiace dal punto di vista umano - dice - perché si era creato un rapporto di amicizia. Un allenatore che è sempre stato dalla parte dei tifosi. Dispiace che vada via anche Luigi Dicensi, il suo secondo. Vorrei ricordare che con il budget a disposizione - aggiunge Grimaldi - abbiano fatto ottime annate. Capisco la voglia di avvicinarsi a casa alla famiglia e per questo gli auguro tanta fortuna sperando di incontrarlo ai prossimi playoff». Anche Grimaldi punterebbe su un giovane per sostituire Ciani. «Ho sentito il nome di Rajola - ammette - credo sia ideale per il nostro progetto. Umiltà e voglia di mettersi in gioco sono gli ingredienti giusti. Dopo Ciani bisogna puntare su una nuova scommessa".

Anche Alessandro Bazan, ex cestista, adesso impegnato nel vivaio, ha speso parole di elogio per l'ormai ex tecnico. "Lo sport è fatto anche di addii. Con la sua partenza cambia il progetto, ma sono certo che Mayer - dice - sarà in grado di trovare le soluzioni giuste per un nuovo corso. Ciani lascia un'eredità importante, ha dimostrato a tutta Italia che Agrigento è una piazza dove con la giusta progettualità si può lavorare ed ottenere ottimi risultati. Molta gente si è avvicinata alla Fortitudo grazie anche a lui, importante sarà aprire un nuovo ciclo".

Anche Fabrizio Cacciatore, direttore di banca la settimana, fan della Moncada, la domenica non si aspettava che Ciani lasciasse. "Evidentemente - dice - le proposte arrivate erano allettanti. Di sicuro dobbiamo ringraziarlo perché ha segnato la storia della pallacanestro agrigentina. Difficile trovare il giusto sostituto, tra i nomi che circolano spero si possa puntare su un allenatore giovane in sintonia con il progetto. Sicuramente l'entusiasmo di un giovane sarà la giusta ricetta per il futuro".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X