stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Favara, la statua del Cristo Redentore riconsegnata ai fedeli
VIA SARAGAT

Favara, la statua del Cristo Redentore riconsegnata ai fedeli

di

Pezzo dopo pezzo è stata ricostruita la statua del Cristo Redentore fortemente danneggiata nel marzo dell'anno scorso da ignoti. Un gesto che aveva destato notevole scalpore in città facendo sorgere tanti interrogativi anche perché, in quel periodo, si erano susseguiti numerosi episodi in danno di simboli e riferimenti religiosi.

La statua, collocata su un piedistallo realizzato in uno slargo di proprietà privata tra via Giuseppe Saragat e viale Stati Uniti, era stata acquistata dagli abitanti del quartiere, e non solo, grazie a spontanee rimesse. Poi la notte del 19 marzo 2019, mentre era in corso un nubifragio, un soggetto incappucciato salì sul basamento inferendole una serie di colpi con i quali fu tranciato il capo e gli arti del Cristo e danneggiato il resto del busto.

Tutta l'azione fu ripresa da una telecamera facente parte di un sistema di videosorveglianza che, però, non fu in grado di dare indicazioni utili sull'autore che si era preventivamente camuffato. Tutti i cocci furono raccolti e consegnati all'artista locale Giuseppe Alba, 38 anni, abile scultore e incisore, che, nei ritagli di tempo, è riuscito a ricostruire la statua e, recentemente, a restituirla alla comunità che fa capo a via Saragat.

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia di oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X