stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura L’area della fontana Bonamorone rinascerà, pubblicato il bando
VALLE DEI TEMPLI

L’area della fontana Bonamorone rinascerà, pubblicato il bando

Il bando – da 250.348 euro - è stato pubblicato. L’area della fontana Bonamorone, percorso pedonale compreso, rinascerà. Perché, di fatto, in un unico lotto, verrà dato corso ai lavori di completamento del progetto di messa in sicurezza del traffico pedonale e si realizzerà la riqualificazione di tutta l’area della fontana Bonamorone. La durata dell’appalto sarà di 6 mesi, a decorrere dalla data della consegna effettiva dei lavori.

Il Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi per affidare gli importantissimi interventi sta facendo riferimento al Mepa: il sistema telematico di negoziazione. Verranno, dopo anni e anni d’attesa, sistemati i marciapiedi, la pavimentazione e perfino la scarpata e verrà anche collocata una ringhiera. Per realizzare la messa in sicurezza della scarpata verrà utilizzata la pietra naturale locale e i conci di calcarenite. Stesse scelte sono state fatte per i marciapiedi che avranno però una cordonata in pietra lavica. Prevista anche la collocazione di una ringhiera in ferro scatolare.

La porzione comunale di strada e marciapiedi, che si aggiunge a quella di competenza provinciale, è in condizioni di fortissimo degrado. E non soltanto per il fatto che dalla fontana Bonamorone – simbolo agrigentino dei lunghi periodi di siccità e di rubinetti a secco - continua a sgorgare acqua potabile, ma anche perché proprio da quell’area, in primavera, estate ed autunno, transitano quotidianamente centinaia e centinaia di turisti che scendono o risalgono, a piedi, verso la Valle dei Templi. Tutti gli interessati a partecipare alla gara d’appalto - per i lavori di messa in sicurezza del percorso pedonale e di riqualificazione della fontana Bonamorone – dovranno inviare i documenti necessari esclusivamente per via telematica attraverso il portale della centrale ccquisti www.acquistinretepa.it, in formato elettronico ed essere sottoscritti, se richiesto a pena di esclusione, con firma digitale. Gli operatori economici, dovranno presentare la propria migliore offerta entro le ore 20 del 31 gennaio. L’ora e la data esatta di ricezione delle offerte sono stabilite in base al tempo del portale della centrale acquisti.

L'articolo completo sull'edizione del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X