stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Suv travolge e uccide una mucca sulla Palermo-Agrigento, nei pressi di Aragona
L'INCIDENTE

Suv travolge e uccide una mucca sulla Palermo-Agrigento, nei pressi di Aragona

incidenti stradali, Agrigento, Cronaca
Suv travolge e uccide una mucca sulla statale per Aragona, impatto violento

Un mini suv in corsa travolge una mucca nell’Agrigentino. L’incidente è avvenuto questa notte nella strada statale 189, nei pressi del bivio di Aragona. L’animale sarebbe sbucato all’improvviso nella carreggiata e l’impatto, violentissimo, è stato fatale per la mucca.

L’auto è andata completamente distrutta nella parte anteriore, ma nessun ferito grave. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento.

L'8 dicembre scorso, a Misilmeri, nel Palermitano un’automobile aveva investito una mucca che stava percorrendo la strada a piano Stoppa. L’animale era morto, l’auto andata distrutta. L’automobilista era stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in ospedale in gravi condizioni.

Mucche per strada che mettono anche a rischio la vita degli automobilisti. E non solo in Sicilia. Due episodi si sono registrati in questi giorni sul raccordo autostradale Salerno-Avellino. Il sindaco di Baronissi (Salerno), Gianfranco Valiante, ha chiesto il sequestro degli animali «senza marche auricolari né bolo alimentare». L’appello dopo un incidente che ha coinvolto un uomo, ora ricoverato in gravi condizioni, per una mucca ferma in autostrada. Due settimane fa, invece, una persona aveva perso un occhio dopo lo scontro in auto con un animale. Per il primo cittadino, si tratta di «una situazione difficile, con pericoli per la pubblica incolumità e danni all’economia agricola. È in aumento il numero degli incidenti provocati dal transito di animali peraltro di taglia imponente. Le soluzioni fin qui adottate si sono dimostrate insufficienti a risolvere un problema che ormai si trascina da diversi decenni, con interventi sempre sporadici e per questo poco efficaci a debellare il fenomeno, destinato a permanere senza l’impegno serio delle istituzioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X