stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Incidente auto-moto tra Agrigento e Raffadali, muore coppia di fidanzatini di 16 e 17 anni
STATALE 118

Incidente auto-moto tra Agrigento e Raffadali, muore coppia di fidanzatini di 16 e 17 anni

Sul posto sono giunti i carabinieri per i rilievi e per chiarire la dinamica dell'incidente
incidente mortale, raffadali, Agrigento, Cronaca
Gaetano Maragliano

Tragedia sulle strade dell'Agrigentino. Una coppia di fidanzati è morta a seguito di un incidente stradale che si è verificato lungo la strada statale 118, fra Agrigento e Raffadali, in prossimità di Joppolo Giancaxio.

Dalla prima ricostruzione, sembrerebbe che i due ragazzi, Gaetano Maragliano e Martina Alaimo, lui aveva compiuto 17 anni pochi giorni fa e lei aveva 16 anni, in sella ad un'Aprilia 125, si sarebbero scontrati contro un Range Rover che viaggiava in direzione della città dei Templi, e sarebbero stati sbalzati in aria, finendo rovinosamente sul manto stradale.

Per i due ragazzi, entrambi residenti a Raffadali, non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Raffadali e quelli del nucleo Operativo e Radiomobile di Agrigento per i rilievi e chiarire la dinamica dell'incidente.

"La città è sotto choc. Siamo increduli e fortemente scossi per la tragedia che ha devastato la nostra piccola comunità. Nessuno di noi riesce a darsi pace per questa disgrazia. Ci uniamo al dolore e alla disperazione delle famiglie di Gaetano Maragliano e Martina Alaimo, due diciassettenni che erano nel fiore della vita, due figli di Raffadali". Lo ha detto, mentre si trova a Roma, il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro. "I due ragazzi stavano tornando da scuola, da Agrigento - ha spiegato il primo cittadino -. Pioveva, anche a dirotto, e hanno perso il controllo della moto". Cuffaro senza alcuna esitazione ha già deciso: sarà lutto cittadino il giorno in cui verranno celebrati - non si sa, naturalmente, ancora quando - i funerali dei due adolescenti di Raffadali. "È l'unico modo per stringerci concretamente accanto alle famiglie. Sono persone che conosciamo e stimiamo tutti".

Martina Alaimo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X