stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Canicattì, inaugurato il busto di bronzo dedicato al giudice Livatino
LE CERIMONIA

Canicattì, inaugurato il busto di bronzo dedicato al giudice Livatino

Agrigento, Cronaca
Un momento dell'inaugurazione alla presenza della autorità

Scoperto ed inaugurato stamattina a Canicattì, sua città natale e di residenza, un mezzobusto in memoria del giudice Rosario Angelo Livatino, beatificato ad Agrigento lo scorso 5 maggio in cattedrale.

Alla manifestazione erano presenti, oltre alle autorità militari, civili e religiose cittadine, anche i sindaci di Canicattì, Aragona e Raffadali nonché l’assessore regionale Marco Zambuto in rappresentanza del presidente e del governo della Sicilia. Presente anche una delegazione dell’associazione Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino onlus, che da circa 30 anni si occupa di perpetuare la memoria del magistrato. A benedire il mezzobusto bronzeo realizzato dal maestro Lillo Costanza don Salvatore Casà, parroco delle chiese di San Domenico, frequentata dalla famiglia Livatino, e di San Diego, dove il 22 settembre 1990 si svolsero i funerali. L’opera finanziata dalla Banca S. Francesco, unico istituto locale superstite, è stata collocata su un elegante piedistallo all’interno di un’aiuola in largo Savoia davanti alla chiesa di S. Diego e rivolta verso viale Regina Margherita, il salotto buono della città, dove si trova al civico 166 Casa famiglia Livatino.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X