stampa
Dimensione testo
IL CASO

A Licata respinti gli ultimi ricorsi, le demolizioni vanno avanti

di

LICATA. Il cantiere sarà ultimato tra pochi giorni. Oggi l’impresa «Patriarca» non lavora e nemmeno domani che è domenica. Ma ormai il grosso del lavoro per la demolizione dell’immobile su due elevazioni di contrada Cavaddruzzu, caratteristica località balneare tra Marianello e Mollarella a Licata è stato fatto.

Si attende la rimozione dei detriti che vengono smaltiti in un centro specializzato di Favara. Una volta completato questo cantiere, la ditta ragusana che l’anno scorso ha vinto l’appalto per le demolizioni di immobili costruiti senza licenza e dichiarati insanabili, perché ricadenti in aree con vincolo ad inedificabilità assoluta, si sposterà in un altro posto che verrà comunicato soltanto la stessa mattina dell’intervento.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X