stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palma, agguato a pistolettate in famiglia: padre e figlio dal gup
TENTATO OMICIDIO

Palma, agguato a pistolettate in famiglia: padre e figlio dal gup

di

PALMA DI MONTECHIARO. A distanza di un anno e mezzo dall'agguato per i palmesi Luigi e Giuseppe Bracco, padre e figlio di 60 e 32 anni, suocero e cognato di Epifanio Cammarata che avrebbero tentato di uccidere perché mai accettato nella famiglia, finiscono davanti al gup.

I pm Carlo Cinque e Alessandro Macaluso hanno chiesto il loro rinvio a giudizio e ieri mattina doveva riprendere, per entrare nel vivo, l' udienza preliminare davanti al gup Gianfranca Claudia Infantino. Un problema di salute di Luigi Bracco ha fatto, invece, slittare l' udienza al 2 dicembre.

Peraltro quattro giorni più tardi la Cassazione potrebbe decidere di arrestarlo per un secondo episodio aggiunto al processo principale. Cammarata e il fratello lo hanno accusato, nei mesi scorsi, di una nuova aggressione con una pistola. Il tribunale del riesame ha ribaltato la decisione del gip Stefano Zammuto, che aveva respinto la richiesta di arresto per tentato omicidio, ma il provvedimento è stato "congelato" nell' attesa della decisione della Suprema Corte.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X