stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Truffe on line, decine di denunce: è emergenza a Canicattì

Truffe on line, decine di denunce: è emergenza a Canicattì

CANICATTI'. La truffa corre sul web e va anche molto veloce. Talmente tanto da impedire ad un noto professionista della città di accorgersi in tempo del raggiro subito e di non perdere i propri soldi investiti per l'acquisto di un cellulare di ultima generazione. L'ultimo caso di truffe online, negli ultimi mesi in preoccupante ascesa con decine e decine di denunce, con vittima un canicattinese si è verificato nelle settimane scorse ma soltanto ieri i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, guidati dal dirigente Valerio Saitta, hanno comunicato la notizia. Vittima del raggiro è stato un uomo del luogo che aveva deciso di rivolgersi ad uno dei più noti siti online di e-commerce per l'acquisto di un Iphone di ultima generazione. Dopo qualche ricerca e dopo aver spulciato tra i tanti annunci di vendita il professionista ha deciso di procedere con l'acquisto di un cellulare che era confacente ai suoi desideri e che veniva descritto dall'inserzionista nei minimi dettagli. Tra acquirente e venditore è iniziata una corrispondenza email che ha preceduto il bonifico della somma richiesta per l'Iphone, circa 450 euro, da parte del canicattinese con la promessa di ricevere entro pochi giorni il cellulare desiderato. Effettuata la transazione all'uomo non è rimasto altro da fare che attendere con pazienza l'arrivo dell'Iphone che in realtà, però, non ha mai preso la strada di Canicattì. Dopo qualche giorno d'attesa il canicattinese ha contattato nuovamente l'inserzionista il quale con scuse artefatte ha cercato di prendere tempo facendo credere all'acquirente di aver avuto alcuni problemi nella spedizione del prodotto. Il professionista ha compreso di essere stato truffato quando non ha più ricevuto risposte dal proprietario dell'Iphone, il quale ha provveduto anche a cancellare l'annuncio. Per il canicattinese non è rimasto altro da fare che recarsi in Commissariato e denunciare l'accaduto ai poliziotti. Immediate sono scattate le indagini che mirano a risalire all'identità del truffatore il quale, sperano gli inquirenti, potrà essere smascherato attraverso le coordinate bancarie sulle quali è stato effettuato il bonifico dei soldi. In città il fenomeno delle truffe online è in pericoloso aumento. Secondo dati forniti dalla Polizia negli ultimi mesi sono state diverse decine le persone incappate in truffe online. Numerose sono state le denunce presentate per phishing, l'invio di email che imitano la grafica di siti bancari o postali con l'obiettivo di rubare dati sensibili, e per clonazione di carte di credito. Alla luce di questa escalation le forze dell'ordine invitano a prestare «la massima prudenza negli acquisti on line, diffidando da coloro che pretendono pagamenti che non possano essere tracciati sul circuito bancario».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X