Visite all'alba, yoga e passeggiate al tramonto: l'estate alla Valle dei Templi di Agrigento

Svegliare la Valle. O accompagnarla a dormire. Farla vivere, quindi, 24 ore su 24, trovando ogni giorno nuovi spunti per scoprirla, amarla, accarezzarla. E con la Valle dei Templi, il Museo Griffo che di Agrigento conserva la memoria antica. Sarà una lunga estate, quella di questa porzione di Sicilia dove il tempo sembra essersi fermato per permettere ai visitatori di avvicinarla in maniera del tutto speciale. Perché la Valle dei Templi, per quanto imponente, esaltante, straordinaria, ti bisbiglia in un orecchio che è facile capirla, basta lasciarsi trasportare dalle suggestioni, abbandonarsi alle sensazioni, ai colori, persino agli odori. Per scoprire che si può visitare all’alba, quando la luce accarezza i templi, li tira fuori dalle tenebre e li riconsegna pian piano al mondo. Oppure al tramonto, quando difficilmente li lascerete andare, e dolcemente li dovrete riaffidare al buio. O si potrà partecipare ad un concerto serale, ad uno spettacolo, ad una lezione di yoga al tramonto. Sarà difficile scegliere: perché oltre alle esperienze – l’anno scorso l’alba teatralizzata alla Valle dei Templi fu un esperimento partito in sordina, quest’anno i visitatori lo richiedono già da tempo: si comincia il 14 luglio anche con le passeggiate al tramonto – si potranno seguire percorsi tematici, negli ipogei sotterranei, tra le macchine edili antiche a grandezza naturale, alla scoperta dei monumenti più importanti o immersi nella natura.

Due domeniche di luglio (14 e 28), le quattro di agosto (4, 11, 18 e 25) e la prima di settembre: entrare nel parco archeologico nelle ultime ore della notte, camminare pian piano, senza disturbare la Valle che si sveglia, per giungere al Tempio della Concordia immerso nella luce rosata dell’alba. La Valle è in un silenzio irreale, rotto soltanto dai rumori leggeri della Natura: gli spettatori saranno accolti da dei, eroi, eroine e diverse figure mitologiche, statue che si animeranno, tra rievocazioni di arcaici rituali, corse danzate, dispetti, litanie e declamazioni di versi tratti da opere di celebri autori dell’antichità, miscelati al racconto di guide esperte ed archeologi.

Ma è anche possibile entrare nella Valle dei Templi al tramonto e fare il percorso inverso, ovvero immergersi pian piano nella notte che avanza. Ogni giorno dal 14 luglio al 15 settembre (in italiano e in inglese) si potrà seguire la guida, lungo un percorso tracciato da una collana luminosa che ogni visitatore porterà al collo. Per scoprire che i templi non dormono mai, anzi saranno animati da satiri, menadi, eroi, eroine e cortei di divinità che sembreranno quasi sbucare dalla penombra delle rovine archeologiche.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X