stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Canicattì, stretta sulla movida dopo la maxi-rissa in piazza Dante
COMUNE

Canicattì, stretta sulla movida dopo la maxi-rissa in piazza Dante

di

Primi provvedimenti del sindaco di Canicattì dopo la maxi rissa in piazza che ha rischiato di trasformarsi in tragedia con 5 giovanissimi feriti. Con una ordinanza il sindaco Vincenzo Corbo ha disposto il divieto di somministrazione di bevande in vetro o in lattina dalle 18 alle 20 e chiusura di tutti i locali pubblici entro le 24. Il provvedimento ha decorrenza immediata e vale su tutto il territorio comunale. Il provvedimento segue di poche ore la notizia del ferimento di cinque giovanissimi nella zona della movida in piazza Dante a Canicattì. Corbo vuole evitare il ripetersi di simili situazioni. Nella stessa piazza cinque anni fa venne ucciso un ragazzo poco più che ventenne, Marco Vinci che avrebbe cercato di difendere una donna dalle avances di un pregiudicato. Ancor prima di accertare le cause scatenanti della maxi rissa cui hanno partecipato alcune decine di giovanissimi.

Qualcuno anche già maggiorenne sia di Canicattì che dei paesi limitrofi. Nell’ordinanza sindacale si stabilisce che le bevande non siano vendute e consumate dalle 18 alle 20 in vetro o lattina e sopratutto che i locali pubblici chiudano entro la mezzanotte. L’ordinanza è valida sino al 31 dicembre di quest’anno anche se è facile pensare che calmate le acque sarà ridimensionata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X