stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Migranti, Musumeci: "In 75 mila pronti a partire dal Nord Africa, rischio apocalisse"
EMERGENZA IN SICILIA

Migranti, Musumeci: "In 75 mila pronti a partire dal Nord Africa, rischio apocalisse"

"I Servizi hanno preventivato in 75mila le persone pronte a partire dal Nord Africa verso le coste siciliane. Ma chi può non preoccuparsi di fronte a una previsione del genere? Domani faremo pressione sul governo nazionale, ognuno di noi sta facendo il possibile per evitare quella che qualcuno definisce anche un'apocalisse". Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo nel pomeriggio a Tagadà su La7 sui migranti.

"Sono preoccupato come può esserlo un buon padre di famiglia, i nostri operatori turistici sono in ginocchio. Non ci sono contatti a Lampedusa tra il percorso dei migranti e la realtà dei turisti", ha continuato Musumeci.

"Domani, con il sindaco di Lampedusa, incontrerò il ministero dell'Interno chiediamo un atto di fermezza nei confronti dell'Europa, basta chiacchiere, basta con queste telenovela. Il presidente del Parlamento europeo - ha proseguito Musumeci - è italiano e conosce meglio di chiunque altro la nostra realtà. Punti i piedi il governo italiano e dica a Bruxelles definitivamente: si decida se si intende lasciare la Sicilia come se appartenesse all'Africa, all'Asia o al Medioriente o se si ritiene, come è, che sia la porta d'Europa e come tale deve essere dotata di tutte le iniziative necessarie perchè chi entra in Europa possa farlo con le regole. Lo sbarco sulle coste siciliane è l'ultimo anello della catena, prima dello sbarco c'è il viaggio, prima del viaggio c'è l'imbarcazione, prima dell'imbarcazione c'è la vigilanza sulle coste dei paesi nordafricani, prima ancora ci sono i campi dove vengono concentrati questi uomini, donne e bambini colpiti dal destino e sui quali si continua a far fare commercio ad alcuni delinquenti spregiudicati, ai trafficanti".

Poi Musumeci ha mandato un messaggio al governo Draghi: "Il governo italiano non può fare più di quello che a parole ha fatto, fino a quando non batte i pugni sul tavolo in sede europea continuerà a essere snobbato. Qui il cinismo dell'Europa diventa complice dei mercanti della carne umana, che non si riescono a neutralizzare".

 

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X