LAVORO

Comune di Sciacca, entro fine mese le stabilizzazioni

Un'ora in più, 18 settimanali anziché le 17 che erano previste secondo il progetto iniziale, ed entro il 31 ottobre i 73 precari del Comune di Sciacca firmeranno il contratto a tempo indeterminato. L'accordo è stato raggiunto ieri alla presenza dei rappresentanti sindacali, Piero Aquilino della Cgil, Pippo Catanzaro e Pippo Puccio della Cisl.

Nell'accordo è messo nero su bianco che le economie che arriveranno dai pensionamenti del personale che ci saranno in futuro verranno impiegate per impinguare il numero di ore a questi lavoratori che, comunque, dopo quasi trent'anni, avranno finalmente un contratto a tempo indeterminato. Passando dalle attuali 21 a 18 ore i lavoratori perdono, comunque, un centinaio di euro al mese su circa 800 euro che percepiscono.

"Dire che siamo soddisfatti è una parola grossa - afferma Piero Aquilino, della Cgil - perché la richiesta nostra era di 21 euro per tutti. Considerando i fatti contingenti e visto l'impegno dell'amministrazione ad integrare le ore ci riteniamo, però, soddisfatti perché il 31 ottobre si firmerà un contratto a tempo indeterminato che da quasi 30 anni questi lavoratori sperano di firmare".

Il sindaco, Francesca Valenti, ha ribadito che "l'impegno dell'amministrazione è che tutte le economie disponibili verranno utilizzate per aumentare il loro monte ore. Per il resto noi vogliamo assicurare loro un futuro da dipendenti dopo anni di precariato".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X