LA NOMINA

La giunta del Comune di Licata si allarga: Violetta Callea è il sesto assessore

di
licata, nuovo assessore, Pino Galanti, Violetta Callea, Agrigento, Politica

Il comune di Licata approfitta della nuova legge e "allarga" la giunta con l'innesto del sesto assessore. Finora erano stati 5 i componenti dell'esecutivo ma da ieri sono sei i collaboratori del sindaco. "Ho nominato assessore il consigliere comunale Violetta Callea - dice il sindaco Pino Galanti - laureata in Conservazione dei Beni culturali e docente di Storia dell'Arte negli istituti di istruzione secondaria, con alle spalle una vasta esperienza nel campo del volontariato in materia di promozione e valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale. Al neo assessore, consigliere comunale già alla terza consiliatura, ho assegnato le deleghe alla Pubblica istruzione ed alle Politiche per la legalità".

Deleghe che prima il sindaco stesso deteneva ad interim. La giunta è composta dal vice sindaco Angelo Vincenti e dagli assessori: Giuseppe Ripellino, Laura Termini, Angelo Iacona, Antonio Pira e da Violetta Callea. Il nuovo assessore, dopo il giuramento davanti al segretario comunale, Piero Amorosia, ha partecipato alla prima riunione di giunta, votando insieme a al sindaco ed agli altri componenti l'esecutivo atti importanti quali, ad esempio, l'intitolazione di una parte del corso Argentina all'ambientalista licatese, mai dimenticato, Franco Galia, attivista del Wwf.

"Ringrazio il sindaco Giuseppe Galanti per la fiducia che mi ha dimostrato affidandomi importanti deleghe - ha detto il neo assessore Callea - quali la Pubblica istruzione e le Politiche per la legalità. Ne sono profondamente onorata. Spero di svolgere questo nuovo incarico al meglio e con massima responsabilità. Sono pronta mettermi al lavoro da subito e ad ascoltare, come ho sempre fatto, le esigenze della mia città e dei miei concittadini. Ho sempre creduto che se vogliamo costruire un futuro decente per la città di Licata dobbiamo puntare molto sulla cultura. Ritengo importante fornire risorse al settore de recupero dei beni culturali e alle attività culturali utilizzando anche parte del gettito della tassa di soggiorno se necessario, da utilizzare non solo per eventi che si consumano in pochi giorni. Le risorse finanziarie sappiamo tutti che scarseggiano al Comune e che quindi è inutile fare troppi voli pindarici - conclude il neo assessore - spero comunque di avere la collaborazione di tutti coloro che hanno a cuore la nostra città soprattutto il mondo dell'associazionismo, della scuola ma anche e soprattutto gli stessi dipendenti comunali".

Il neo assessore ha indirizzato un saluto ai dirigenti scolastici: "Conosco bene il sacrificio quotidiano del vostro lavoro, che vi vede impegnati, insieme a tutto il corpo docente, nella difficile missione di formare gli uomini e le donne della società civile futura - ha scritto Callea - un lavoro di trincea, fatto di sacrifici e tanta pazienza, che merita grande rispetto e attenzione. E' mia intenzione quella di esservi vicina e di collaborare, allo scopo di migliorare - tenendo conto delle scarse risorse economiche del Comune - le condizioni della vostra realtà lavorativa. Infine, desidero fare gli auguri ai circa 500 giovani studenti impegnati negli esami di maturità, ultimo grande passo prima dell'accesso all'università o, spero, nel mondo del lavoro".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X