Dispersione scolastica, il Comune di Agrigento lancia il partenariato

A settembre dello scorso anno, gli studenti che, ad Agrigento e provincia, avevano abbandonato gli studi risultavano essere 5.794, pari al 16 per cento dell'intera popolazione scolastica.

Lo scorso marzo, secondo l'Osservatorio dell'ufficio scolastico regionale per l'anno 2017-2018, gli agrigentini - sempre a livello provinciale - iscritti ad istituti superiori che non hanno però mai frequentato risultavano essere pari all'8,19 per cento.

Il Comune di Agrigento, cercando di fronteggiare il fenomeno della dispersione scolastica, ha avviato una selezione per trovare un partner privato o privato sociale per presentare una proposta progettuale d'intervento.

Proposta che andrà a valere sul programma triennale per l'innovazione sociale, finanziato dal "Fondo per l'innovazione sociale" che erogherà - secondo quanto indetto dalla presidenza del Consiglio dei ministri - fondi per la realizzazione di appositi progetti sperimentali.

Palazzo dei Giganti intende, infatti, presentare, in partnership, una proposta nell'ambito della lotta alla dispersione scolastica. La proposta dovrebbe permettere un'analisi accurata del bisogno sociale su cui si intende intervenire, una comparazione su scala internazionale e nazionale delle migliori esperienze per generare risposte.

Serve però, per essere ammessi al finanziamento, un partner.

"Le candidature possono essere presentate - rendono noto dal Comune, nell'avviso pubblico che è stato diramato nelle ultime ore, - da soggetti privati o del privato sociale con almeno tre anni di esperienza maturata nella realizzazione o gestione di progetti in favore di giovani nell'ambito d'intervento al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica. La candidatura deve essere accompagna, pena inammissibilità alla procedura di selezione, da una dichiarazione di impegno di un investitore o finanziatore privato a collaborare nella definizione degli interventi".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X