stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Pub e locali vuoti ad Agrigento: "Un duro colpo alle nostre attività"
MOVIDA DESERTA

Pub e locali vuoti ad Agrigento: "Un duro colpo alle nostre attività"

coronavirus, MOVIDA, Agrigento, Economia

Movida deserta ad Agrigento. Con l'entrata in vigore dell'ordinanza del presidente della Regione, polizia, carabinieri, Guardia di finanza, Esercito e vigili urbani – sabato sera e notte – hanno vigilato per evitare assembramenti davanti ai locali di via Atenea e zone limitrofe.

Locali e pub vuoti: nessuna bolgia lungo il salotto della città che sembra irriconoscibile. Demoralizzati i gestori agrigentini. Sono in tanti, infatti, coloro che hanno deciso di chiudere almeno fino al 25 novembre, termine delle disposizioni del presidente del Consiglio.

"Quello che è stato adottato sarà verosimilmente un colpo letale per le imprese – ha detto Gabriella Cucchiara, presidente della Fipe Confcommercio di Agrigento - . I ristoranti e bar avevano già perso tutta la parte di clientela che riguardava il pranzo a causa del lavoro in smart working dei dipendenti pubblici e il  numero di turisti non è stato bastevole a colmare la chiusura dei mesi passati. Siamo davvero in una situazione di economia post bellica.
Adesso –ha continuato - chiudendo alle 18 chi si occupa solo di ristorazione cosa fa? Vedremo le imprese chiudere ad una ad una ed è una cosa che non ci possiamo permettere".

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X