stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Terme di Sciacca, i sindacati decidono per l’occupazione
LAVORO

Terme di Sciacca, i sindacati decidono per l’occupazione

di
Nonostante il pagamento di un mese di stipendio gli stagionali sono pronti ad occupare la struttura del Grand Hotel

SCIACCA. E' arrivato lo stipendio di ottobre per gli stagionali delle terme. Mancano quelli di novembre, dicembre e la tredicesima mensilità, ma l'attenzione, attualmente, è incentrata sulla protesta dei lavoratori, che, pur garantendo il servizio, sono in assemblea permanente e stanno raccogliendo le firme in città da presentare al presidente della Regione, Rosario Crocetta. Già tremila saccensi hanno manifestato solidarietà ai lavoratori, ma, soprattutto, chiesto alla Regione di non fare perdere un patrimonio così importante per la Sicilia.

Franco Zammuto, segretario della Cgil, anticipa le prossime mosse: "Dal 7 gennaio - dice - quando chiuderà il Grand Hotel, come programmato, si avvierà l'occupazione dell'albergo. Una protesta pacifica - aggiunge - per far capire alla Regione che noi non scherziamo e vogliamo risposte immediate per il futuro di 40 lavoratori e per il bene di un intero territorio che non può perdere quest'importante patrimonio".

L'ultima decisione sull'occupazione verrà assunta nei prossimi giorni dai lavoratori che si riuniranno in assemblea, ma per Zammuto è scontato che si deciderà per questo tipo di protesta.

"Non occuperemo gli stabilimenti - aggiunge il sindacalista - perché lì è previsto che l'attività vada avanti e noi non dobbiamo mai ostacolare il lavoro che viene svolto". I sindacati ormai fanno fronte comune.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X