stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Terme di Sciacca, si apre uno spiraglio per il futuro
OCCUPAZIONE

Terme di Sciacca, si apre uno spiraglio per il futuro

di

SCIACCA. Si apre uno spiraglio per il futuro delle terme, per garantire al commissario liquidatore, Carlo Turriciano, le risorse per avviare l'attività nel 2015 e dunque per consentire l'occupazione dei 40 stagionali. E' stato lo stesso Turriciano, ieri, a dichiararlo, dopo una serie di riunioni alla Regione. "Il governo regionale sembrerebbe intenzionato a presentare una norma di legge che può garantire la riapertura", dice Turriciano, che, però, non si sbilancia sulle somme che la Regione può stanziare per Sciacca. Ci sono 2 milioni e 300 mila euro che erano previsti per Sciacca.

"Io non so se questo importo è ancora utilizzabile", dice il commissario liquidatore. "Io ho un quadro ben delineato - aggiunge Turriciano - visto che per pagare tutti i debiti abbiamo bisogno di circa 2 milioni di euro. Non posso sapere, però, quanto la Regione può stanziare. Si potrebbe riaprire anche con una cifra inferiore, ma occorre pagare l'Enel e l'Ici al Comune. Bisogna tenere conto che la società è in fase di liquidazione e che sono stati esauriti tutti gli atti propedeutici. Adesso bisogna vendere beni e pagare i debiti o la Regione dovrebbe farsi garante del pagamento dei debiti. Oppure è necessaria una norma. Io sono fiducioso per il futuro, ma ci sono scelte - conclude il commissario liquidatore - che non dipendono da me".

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X