stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Rifiuti da trasformare in opere d'arte, torna il laboratorio di Marevivo ad Eraclea Minoa
MARINE LITTER ART

Rifiuti da trasformare in opere d'arte, torna il laboratorio di Marevivo ad Eraclea Minoa

Trasformare rifiuti in opere d'arte. Marevivo Sicilia presenta la seconda edizione del concorso Marine Litter, una sfida di Trash Art per sensibilizzare nei confronti delle emergenze ambientali.

Si comincia a lavorare per l'evento che andrà in scena nella settimana che va dal 5 all'11 luglio, per garantire lo svolgimento delle attività nel pieno rispetto delle norme anti contagio di Coronavirus.

La direzione artistica è affidata   ancora una volta a  Giuseppe La Spada, l’artista milazzese che ha coordinato le precedenti tre edizioni di Marine Litter Art,  al quale  quest’anno si affiancherà con il ruolo di codirettore la professoressa Graziella Bellone organizzatrice e curatrice di mostre d’arte di lunga esperienza.

Il laboratorio d'arte è ancora una vola l'Oasi Marevivo di Eraclea Minoa, in provincia di Agrigento, dove il progetto ha preso vita tre anni fa. Quest’anno è prevista solo una sezione artistica alla quale concorrere, dedicata esclusivamente alle installazioni e alle sculture.

Protagonisti dell'iniziativa sono sempre i rifiuti che verranno trasformati in opere d'arte. La materia prima per gli artisti proviene nuovamente dalla Foce del fiume Platani, il corso d’acqua che sfocia in prossimità dell’Oasi e dove Marevivo l’anno scorso con il sostegno della Fondazione CON IL SUD, che patrocina anche questa IV edizione del concorso, ha installato la barriera blocca plastica, lo stesso luogo dove è nato il Patto territoriale di Halykòs che vede l’intera comunità del territorio del bacino del fiume impegnata nella riduzione dell’uso della plastica e nella corretta gestione dei rifiuti.

“Abbiamo pensato ad una edizione speciale e serbiamo un’accesa speranza che questa quarta ripetizione del concorso segni la ripresa delle nostre attività, consentendoci di tornare in contatto con la gente e la natura – dichiara Fabio Galluzzo di Marevivo Sicilia - unitamente  alle grandi aspettative che nutriamo  circa la possibile partecipazione di concorrenti che sappiano d’arte, ma che abbiano anche una grande sensibilità per gli obiettivi che da trentacinque anni portiamo avanti e che ci stanno tanto a cuore,  con l’auspicio che attraverso il loro estro e il loro aiuto  possa amplificarsi il nostro messaggio di rispetto per la tutela del mare e della natura”

Il bando per la partecipazione è stato pubblicato sul sito di Marevivo Sicilia, dove è presente anche il regolamento e il modulo di partecipazione al quale si dovrà allegare un curriculum professionale. Il termine di scadenza per l’istanza di partecipazione è fissato il 3 giugno 2021.

Il concorso prevede l’assegnazione di due premi in denaro a due artisti vincitori che saranno scelti da una  prestigiosa giuria che ne valuterà la capacità artistica ed espressiva.

I premi quest’anno assumono un significato particolarmente intenso perché donati da un gruppo di amici e colleghi in memoria dello scomparso Antonio Aloisio , il bancario di 56 anni morto in una tragica immersione a Isola delle Femmine nel settembre del 2019. “Da tempo, con Gaetano Trovato amico di Antonio Aloisio si pensava di organizzare un evento in sua memoria – dichiara ancora Fabio Galluzzo -  ma le restrizioni degli ultimi periodi non lo avevano consentito. Questo concorso servirà a ricordarne il sacrificio nel modo che forse più  di ogni altro lui avrebbe gradito: con il mare e per il mare.”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X