stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ucciso a coltellate nell'Agrigentino, l'arrestato consegna l'arma e fa scena muta
L'OMICIDIO

Ucciso a coltellate nell'Agrigentino, l'arrestato consegna l'arma e fa scena muta

Il delitto durante una lite per futili motivi: la vittima è Carmelo Contarini e faceva il muratore.

Consegna il coltello a serramanico con cui avrebbe ucciso il cinquantunenne Carmelo Contarini e fa scena muta con i pm.
Il procuratore reggente di Agrigento, Salvatore Vella, e il sostituto Paola Vetro hanno provato a interrogare il pensionato Giovanni Ferrera, indagato per l’omicidio avvenuto nel pomeriggio a Cattolica Eraclea, ma l’uomo - assistito dal suo difensore, l’avvocato Ignazio Martorana - ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere.
Lo stesso, tuttavia, poco prima ha consegnato spontaneamente l’arma ai carabinieri. Dai primi accertamenti emerge che la vittima è stata colpita con una sola coltellata al torace. Il pensionato, nei cui confronti è stato disposto l’arresto, sarà portato in carcere.
L’ipotesi sul movente è che vi fossero dei contrasti legati ai terreni confinanti.

La vittima è Carmelo Contarini e faceva il muratore.

Pare che la vittima e il presunto assassino si conoscessero da tempo, erano vicini di campagna, i loro terreni confinanti.
Il sessantaseienne è stato bloccato mentre si stava dirigendo verso la stazione dei carabinieri dove voleva costituirsi.

L'uomo è stato ritrovato per strada nella stessa via dell’omicidio.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X