stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sant’Angelo Muxaro, lite per una compravendita: colpisce un anziano con la stampella
CARABINIERI

Sant’Angelo Muxaro, lite per una compravendita: colpisce un anziano con la stampella

Si incontrano per parlare della compravendita di una proprietà. La discussione si fa accesa e, ad un certo punto, prende anche una «brutta piega»: l’ottantenne viene colpito alla testa, con una stampella di deambulazione, dal cinquantatreenne. È stato il parapiglia nel piccolo paese di Sant’Angelo Muxaro, dove l’anziano è finito al centro di continuità assistenziale dell’Asp e dove i carabinieri hanno sequestrato la stampella. Ieri, dopo gli accertamenti fatti a seguito della querela di parte dell’anziano pensionato, i militari dell’Arma – coordinati dal comando compagnia di Canicattì – hanno denunciato, alla Procura della Repubblica di Agrigento, il cinquantatreenne. L’uomo dovrà, adesso, rispondere dell’ipotesi di reato di lesioni personali.
All’anziano, vittima dell’aggressione, i medici del presidio di continuità assistenziale hanno refertato traumi giudicati guaribili in cinque giorni.

Non è chiaro – o comunque non è stato reso noto – perché fra l’ottantenne e il cinquantatreenne i rapporti si siano inaspriti. Non è escluso, naturalmente, ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo, che l’alterco fra i due possa essere scaturito da motivi economici legati appunto alla compravendita di una proprietà. E anziché trovare, durante il faccia a faccia in via Chiaramonte, un accordo, l’alterco è trasceso trasformandosi appunto in una vera e propria aggressione. L’anziano, già soggetto fragile per via dell’età avanzata, è stato – stando all’accusa naturalmente – colpito alla testa con una stampella utilizzata per deambulare. Stampella che, appunto, è stata posta sotto sequestro dai militari dell’Arma.

Appare scontato che, d’ora in avanti, laddove possibile, i carabinieri della stazione di Sant’Angelo Muxaro continueranno a tenere d’occhio i due coinvolti: il pensionato ottantenne e il cinquantatreenne e questo per evitare, inevitabilmente, che possano nuovamente incontrarsi e possano sorgere di nuove discussioni ed attriti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X