stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Incidenti sul lavoro, controlli su cantieri e ditte edili a Licata: scattano 4 denunce
CARABINIERI

Incidenti sul lavoro, controlli su cantieri e ditte edili a Licata: scattano 4 denunce

A Licata controlli serrati in aziende, cantieri e società edili. I sopralluoghi dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Palermo - distaccamento di Agrigento e dei carabinieri di Licata hanno l'obiettivo di verificare il rispetto delle norme di sicurezza sul luogo di lavoro, dopo gli ultimi tristi episodi, vari a livello nazionale, di incidenti sul lavoro.

A Naro il titolare di una ditta edile è stato denunciato per mancanza di sorveglianza sanitaria dei laboratori; l’omessa consegna di mascherine anti-Covid; mancanza di protezioni relative al rischio elettrico; la mancanza di idonee strutture di protezione per le aperture verso il vuoto e per un ponteggio non montato a regola d’arte.

Denunciato anche il titolare di una ditta edile di Santo Stefano Quisquina per la mancanza della valutazione del rischio elettrico in cantiere.

A Licata il titolare di un’impresa edile è stato multato e denunciato a piede libero per la mancanza di viabilità di cantiere e di idonee strutture di protezione contro la caduta accidentale nel vuoto.

Sempre a Licata il titolare di una società edile è stato denunciato per l’omessa sorveglianza ai laboratori sanitari e per la mancanza di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale anti-covid.

Complessivamente sono state controllate 6 aziende, 11 lavoratori, due dei quali risultavano in nero e 7 irregolari. Elevate sanzioni amministrative per un totale di 34 mila euro, comminate ammende per oltre 111 mila euro. Adottato anche un provvedimento di sospensione dell’attività per la presenza di un lavoratore in nero su due presenti.

"Esprimiamo il nostro plauso ai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Palermo - distaccamento di Agrigento e ai carabinieri di Licata che, nel corso di alcuni controlli, hanno denunciato e multato il titolare di un’impresa edile di Naro e Santo Stefano di Quisquina, per la mancanza di viabilità di cantiere e di idonee strutture di protezione contro la caduta accidentale nel vuoto". Lo dicono, in un nota congiunta, il segretario regionale della Filca Cisl, Paolo D'Anca e il segretario della Filca Cisl Agrigento- Enna -Caltanissetta, Franco Sodano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X