stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Naufragio al largo di Lampedusa, in azione un robot per trovare il relitto
GUARDIA COSTIERA

Naufragio al largo di Lampedusa, in azione un robot per trovare il relitto

Ha preso il via stamani - con il robot della Guardia costiera - il tentativo di localizzare il barcone naufragato, lo scorso 30 giugno, fra Lampedusa e l'isolotto di Lampione. Al momento, però, nonostante ripetuti tentativi, il relitto non si trova.

Soltanto quando verrà localizzato, il robot proverà a verificare se i 9 dispersi sono rimasti o meno incastrati nell’imbarcazione che, dopo essersi ribaltata, è colata a picco. Dovrebbe trovarsi ad una profondità di circa 60-70 metri. Nella tragedia hanno perso la vita sette donne, una delle quali incinta di 2 mesi, e 46 sono stati invece i superstiti.

La Procura di Agrigento, con a capo Luigi Patronaggio, ha aperto un’inchiesta per il naufragio e per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Proprio il procuratore capo ha voluto che, con un robot, si procedesse alla ricerca dei corpi dei dispersi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X