stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Agrigento, auto precipitata dal viadotto Morandi: confermata condanna per omicidio stradale
CASSAZIONE

Agrigento, auto precipitata dal viadotto Morandi: confermata condanna per omicidio stradale

di
Ricorso rigettato e condanna definitiva per Lorena Siracusa, 31 anni, accusata di avere provocato il decesso dell’amico sedicenne Alessandro Bonamico, seduto nel sedile posteriore della sua Lancia Y, precipitata dal viadotto Morandi il 26 dicembre 2009.
La Suprema Corte, alla quale si era rivolto l’avvocato Giuseppe Scozzari, non ha modificato il verdetto dei primi due gradi di giudizio con cui la ragazza è stata condannata a un anno di reclusione.
Nello stesso procedimento erano imputati anche l’ingegnere Giuseppe Pietro Clemente, responsabile del centro di manutenzione Anas, ed Emanuele Montana Lampo, coadiutore di Clemente: la Procura contestava anche a loro il reato di omicidio colposo.
La tesi accusatoria, però, non ha retto neppure al vaglio dell’udienza preliminare dove i due tecnici furono prosciolti. Con la sentenza della quarta sezione della Cassazione è arrivato il verdetto conclusivo sull’intera vicenda.
L'articolo completo nell'edizione di Trapani, Agrigento, Caltanissetta e Enna del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X