stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ad Agrigento scoperta una nuova discarica abusiva in zona Cannatello
AMBIENTE

Ad Agrigento scoperta una nuova discarica abusiva in zona Cannatello

discariche, rifiuti, Agrigento, Cronaca

I carabinieri di Agrigento ci provano. E ci riprovano. Sempre attenti al territorio e a prevenire i reati ambientali, nelle ultime ore, hanno trovato – e posto sotto sequestro – una nuova discarica. Un immondezzaio – in zona Cannatello - composto da rifiuti solidi urbani, materiale di risulta proveniente da attività edili, ma anche rifiuti speciali e pericolosi. I sigilli sono stati apposti su circa 800 metri quadrati di terreno e il proprietario, un pensionato sessantunenne agrigentino, è stato denunciato - dai militari dell’Arma - alla Procura della Repubblica. Il titolo di reato contestato è gestione di rifiuti non autorizzata.

Il maxi sequestro di un’ennesima discarica si registra a pochissimi giorni di distanza da quello avvenuto a Favara dove sempre i carabinieri hanno scovato un vero e proprio centro di stoccaggio di rifiuti. E per gestione di rifiuti non autorizzata, combustione illecita di spazzatura e omessa bonifica dei siti inquinati che, neanche una settimana fa, i militari della tenenza di Favara arrestarono un trentasettenne. Un uomo che su un terreno avuto in comodato d’u s o, in contrada Molinella a Favara, di proprietà di un sessantenne, che è stato denunciato alla Procura, aveva creato appunto un vero e proprio centro di stoccaggio – naturalmente abusivo – di rifiuti pericolosi e non. I militari dell’Arma, in quell’occasione, si sono mossi non appena hanno ricevuto delle segnalazioni da parte dei residenti della zona, favaresi che parlavano di fumo e di uno sgradevole odore.

A finire sotto sequestro fu il terreno sul quale i rifiuti erano stati accatastati, ben 1.500 metri quadrati di discarica a cielo aperto di fatto, con tanto di eternit ed a m i a n t o. Adesso, nelle ultime ore appunto, il sequestro dell’area in zona Cannatello che è stato effettuato assieme al centro Anticrimine natura.

Non si tratta, naturalmente, dell’ultimo e questo perché i carabinieri continueranno - anche su questo fronte - a tenere alta l’attenzione. Il territorio Agrigentino è, purtroppo, costellato da decine e decine di discariche, più o meno grandi. Ed è da anni ormai che i carabinieri tengono accesi i riflettori anche su questa emergenza, che è ambientale e civile.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X