stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uccisa da un'auto pirata a Lampedusa, chiesti 5 anni per omicidio stradale
IL PROCESSO

Uccisa da un'auto pirata a Lampedusa, chiesti 5 anni per omicidio stradale

di

Cinque anni di reclusione per l’accusa di omicidio stradale. Secondo il pubblico ministero Emiliana Busto non ci sono dubbi sulla responsabilità dell’imputato che avrebbe investito e ucciso una donna, dopo essersi messo alla guida ubriaco, fuggendo dopo l’impatto.

Il processo è quello a carico di Andrea Saverio Sola, 25 anni, palermitano, arrestato il 31 agosto del 2019 a Lampedusa: l’imputato, in particolare, è accusato avere provocato la morte di Fulvia Morando, sindacalista quarantanovenne di Pinerolo, in provincia di Torino, che si trovava nell’isola per lavoro.

Ieri mattina, davanti al giudice monocratico Alfonso Pinto, ci sono state le conclusioni di tutte le parti. Innanzitutto la requisitoria del pubblico ministero che ha chiesto la condanna dell’imputato.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X