stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Allagamenti ad Agrigento, 200mila euro per riparare tombini e caditoie
PROTEZIONE CIVILE

Allagamenti ad Agrigento, 200mila euro per riparare tombini e caditoie

Mai più – almeno lo si spera – allagamenti ad Agrigento. Nemmeno in caso di piogge torrenziali. La direzione generale della Protezione civile regionale - con un provvedimento firmato dal dirigente generale Salvatore Cocina e dal dirigente dell’A.04 Maurizio Costa - ha emesso un decreto di finanziamento di 200 mila euro per gli «interventi urgenti per la regimentazione delle acque meteoriche in diversi ambiti del territorio di Agrigento, con rimozione di intasamenti delle acque bianche in canali, tombini e caditoie».

Soddisfazione per il finanziamento che risolverà molti problemi legati all’allagamento delle strade – quelle di San Leone, ma non solo, soprattutto - è stata espressa dal sindaco Franco Miccichè che ha presentato l’istanza e dall’assessore comunale alla Protezione civile Gerlando Principato promotore della richiesta.

«La notizia del decreto di finanziamento per somma urgenza dei lavori di regimentazione delle acque meteoriche è stata per me una conferma dell’attenzione che la Regione e la Protezione civile regionale riversano su Agrigento – ha commentato il sindaco Franco Micciché - . Per questo voglio ringraziare personalmente il presidente della Regione Nello Musumeci e il dirigente generale Salvatore Cocina che, in questo modo, permettono al Comune di Agrigento di scongiurare un problema, se non un disastro, in caso di piogge intense o di cosiddette “bombe d’acqua”. Appena riceveremo il finanziamento – ha garantito il sindaco del capoluogo - procederemo con urgenza ad assegnare i lavori per scongiurare ogni possibile rischio».

L’ente, lo scorso ottobre, cercando di tamponare quella che ha sempre rischiato di essere una vera emergenza, aveva affidato i lavori di pulizia delle caditoie ostruite. Perché la mancata manutenzione delle acque bianche «comporterebbe danni gravi e certi all’ente –era stato evidenziato dai funzionari di palazzo dei Giganti– per richieste di risarcimento danni di privati cittadini dovuti a infiltrazione di acque piovane nelle abitazioni e negli esercizi commerciali».

Sapevano e sanno perfettamente, del resto, in Comune che, ad Agrigento, soprattutto in determinati quartieri, quando le piogge sono abbondanti, si formano dei grossi, e pericolosi, allagamenti. Ecco dunque che era stato ritenuto necessario, anzi indispensabile, procedere con urgenza. Adesso con il finanziamento di 200 mila euro si potrà veramente provare a risolvere ogni eventuale rischio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X