stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Anziano ucciso a Palma, la badante arrestata già condannata per furto in Romania
LE INDAGINI

Anziano ucciso a Palma, la badante arrestata già condannata per furto in Romania

Era stata già condannata in Romania per furto Dana Mihaela Nicoleta Chita, la ventiseienne romena, da anni residente a Canicattì, arrestata venerdì mattina con l'accusa di avere ucciso a Palma di Montechiaro l'89enne Michelangelo Marchese, trovato morto a luglio scorso nella sua casa legato mani e piedi, e di cui la donna era la badante da appena un giorno.

Come riportato sul Giornale di Sicilia, la giovane romena è comparsa davanti al gip del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco, e si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Al termine il gip non ha convalidato il provvedimento di fermo ma ha applicato lo stesso la misura cautelare in carcere. La donna rimane dunque reclusa nel penitenziario Di Lorenzo di contrada Petrusa, ad Agrigento.

Lo scorso mese di aprile, in pieno lockdown, Dana Chita era stata arrestata a Canicattì dopo avere forzato un posto di blocco e tentato di fuggire assieme al suo compagno di allora. Ne scaturì un pericoloso inseguimento. Una volta fermata, era emerso che la giovane aveva una condanna a 10 mesi di carcere per un furto commesso nel suo Paese. I due in quell'occasione erano stati poi rilasciati e denunciati a piede libero.

L'articolo completo di Paolo Picone sul Giornale di Sicilia. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X