stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lampedusa, aperta un'inchiesta sul naufragio del peschereccio
PROCURA DI AGRIGENTO

Lampedusa, aperta un'inchiesta sul naufragio del peschereccio

La Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e naufragio per la morte di Giovanni Bono, marinaio del peschereccio "Valeria III", affondato mercoledì, probabilmente per una falla apertasi nell’imbarcazione.

Il peschereccio è affondato ad un miglio e mezzo da Capo Ponente per cause ancora da accertare. Il marinaio Giovanni Bono, 59 anni, è morto mentre due sopravvissuti sono stati recuperati dalla Guardia di finanza.

I tre, accorgendosi del pericolo, hanno lanciato un allarme ma l'imbarcazione era già colata a picco all'arrivo delle motovedette.

Bono, di Lampedusa, era sposato e aveva due figlie. I due superstiti sono stati portati, dopo essere giunti al porto, al Poliambulatorio dell'isola.

Il fascicolo aperto è a carico di ignoti. Dell’inchiesta si occupa la Guardia costiera di Lampedusa.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X