stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sciacca, disoccupato si incatena nell'atrio del Comune
LA PROTESTA

Sciacca, disoccupato si incatena nell'atrio del Comune

di
protesta, Agrigento, Cronaca

Dorme in auto perché non ha una casa e ieri mattina si è incatenato nell'atrio superiore del palazzo municipale di Sciacca. Protagonista dell'azione di protesta Mario Capizzi, di 45 anni, di Sciacca, disoccupato. Da un mese e mezzo utilizza la sua auto come una casa.

Si è incatenato alle colonne dell'atrio del palazzo municipale di Sciacca per chiedere un aiuto. Non ha un lavoro, è disoccupato e percepisce il reddito di cittadinanza che gli permette di sostentarsi, ma non di avere un'abitazione, un posto in cui vivere.

In passato, Mario Capizzi ha svolto diversi tipi di lavoro, dalla sicurezza al lavapiatti, sempre attività saltuarie. Dopo aver trascorso diverse settimane, anche in questo periodo di emergenza Coronavirus, nella sua automobile, ha deciso di chiedere aiuto in maniera eclatante. E ieri mattina si è incatenato nell'atrio superiore del palazzo municipale.

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X