stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus: nuovi casi a Licata, l'allarme del vicesindaco
L'APPELLO

Coronavirus: nuovi casi a Licata, l'allarme del vicesindaco

coronavirus, licata, Agrigento, Cronaca
Giuseppe Galanti - Licata

«Licata e la provincia di Agrigento non siano la nuova Bergamo, restate a casa. E’ un ordine». Il vice sindaco di Licata, Antonio Montana, delegato dal primo cittadino Giuseppe Galanti alla gestione dell’emergenza al Coronavirus, che accompagna ogni giorno la polizia municipale e la protezione civile in strada, per consegnare i medicinali e i generi alimentari, usa parole forti in un videomessaggio indirizzato alla cittadinanza, poche ore dopo la notizia della positività al Covid-19 di due persone portando a otto il numero complessivo.

«Non vi chiedo di non avere paura ma di trasformarla in senso di responsabilità, lo dobbiamo fare per le nostre famiglie e per i nostri figli. Chiedo alle famiglie di non fare bighellonare i propri figli, agli anziani dico di restare a casa perchè voi siete le categorie più a rischio. Noi e le forze dell’ordine ce la stiamo mettendo tutta, i vigili hanno rinunciato ai riposi. Vi chiedo ed è un ordine, state a casa. Ve lo dico in licatese: 'V'ata moviri a casa'. Non vogliamo che Licata e la provincia di Agrigento si trasformino in una nuova Bergamo. State a casa e rispettate le regole».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X