stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sequestro del deposito di carburante a Lampedusa, servizi garantiti
AEROPORTO

Sequestro del deposito di carburante a Lampedusa, servizi garantiti

Lampedusa, Agrigento, Cronaca
Totò Martello

«Sono stati posti in essere tutti gli utili accorgimenti tecno-giuridici per evitare disservizi nell’approvvigionamento di carburante all’aeroporto di Lampedusa». Lo hanno fatto sapere, in merito al sequestro dell’unico deposito di carburante dello scalo aeroportuale della più grande delle isole Pelagie, dalla Procura di Agrigento.

Ieri, il sindaco di Lampedusa e Linosa, Salvatore Martello, aveva manifestato preoccupazione per le difficoltà di rifornimento riscontrate all’elicottero del 118 che «serve tanto per le emergenze sanitarie lampedusani, quanto - aveva spiegato Martello - per la prevenzione del Coronavirus (perché chi ha sintomi deve essere trasferito a Palermo per il tampone faringeo) e per i casi di soccorso agli immigrati».

Al sequestro del deposito di carburante nell’aeroporto di Lampedusa si è arrivati nell’ambito di un contenzioso fra Ast Aeroservizi e Nautilius: la concessione della Nautilius è scaduta, l’Ast è la nuova concessionaria della gestione
aeroportuale.  «I rifornimenti per servizi essenziali continueranno - hanno fatto sapere dalla Procura della Repubblica di Agrigento, con a capo Luigi Patronaggio, - ad essere garantiti da Nautilius che è stata appositamente autorizzata».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X