stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Trans aggredita in un chiosco, cancellate due condanne ad Agrigento

I giudici della Corte di appello assolve per non aver commesso il fatto di due ragazze, accusate di avere messo a segno un'aggressione, preceduta da una provocazione di natura sessista, nei confronti di un trans. In primo grado, il 15 novembre del 2017, il giudice monocratico le aveva condannate a due mesi e venti giorni di reclusione ciascuno per l'accusa di lesioni.

Nel settembre del 2015, Andrea Meli, noto a tutti come Ambra, insieme ad alcuni amici stava trascorrendo la serata in un chiosco sulla spiaggia di San Leone quando sarebbe stato avvicinato da una delle due ragazze che gli avrebbe chiesto se fosse la gemella di uno dei trans poco distanti. Inizialmente la battuta provocò un battibecco ma poco dopo venne spintonata e colpita con calci e pugni.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X