stampa
Dimensione testo
MIGRANTI

Lampedusa, il racconto del naufragio: bimba di 8 mesi mi è sfuggita dalle mani

Lampedusa, migranti, Agrigento, Cronaca
I migranti, dopo il naufragio di un barchino a Lampedusa

Emergono i drammatici dettagli del naufragio avvenuto al largo di Lampedusa. Fino a ora sono 13 le salme recuperate, tutte donne, tra cui una dodicenne e 22 superstiti. Altre 15 persone dovrebbero essere decedute. Intanto uno dei ragazzi che è riuscito a salvarsi, un migrante di nome Wissen di 19 anni, ha raccontato agli investigatori di aver visto annegare una bimba di 8 mesi.

"L'ho afferrata per cercare di riportarla a galla, ma un altro migrante si è aggrappato ai miei pantaloni e mi stava portando a fondo. Ho dovuto lasciarla per sopravvivere". Il ragazzo ha detto di essere caduto in acqua e quando ha aperto gli occhi ha visto la bimba che stava affogando. Così l'ha presa ma subito dopo un altro migrante si è aggrappato a lui e lo ha tirato a fondo. "Per liberarmi mi sono dovuto sfilare i pantaloni. Ed ho dovuto lasciare la piccola".

I poliziotti della Squadra Mobile e della Scientifica hanno concluso gli accertamenti sulle 13 salme. Solo 5 sono quelle che sono state identificate, le altre sono al momento tutte contrassegnate con dei numeri. L'autorità giudiziaria ha messo le salme a disposizione del Comune e della Prefettura di Agrigento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X