stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Favara, violentava la figlia davanti ai 3 nipoti: rinviato a giudizio un netturbino 50enne
MINACCE, CALCI E PUGNI

Favara, violentava la figlia davanti ai 3 nipoti: rinviato a giudizio un netturbino 50enne

Calci e pugni per stordire la figlia e violentarla, anche in presenza dei tre nipoti in tenera età o con la minaccia della pistola: un netturbino cinquantunenne, arrestato il 10 gennaio dell'anno scorso e poi tornato libero per scadenza dei termini, finisce a processo con le accuse di violenza sessuale e maltrattamenti.

Il rinvio a giudizio, al termine dell'udienza preliminare, è stato deciso dal gup Stefano Zammuto che ha mandato a processo anche la moglie e due cognati del principale imputato, accusati di favoreggiamento per avere mentito al pm durante le indagini con l'obiettivo di garantire l'impunità al presunto «mostro», così come racconta Gerlando Cardinale sulle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X