stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

L'abusivismo non si ferma: sigilli a due cantieri a Licata

di

Anche nel mese di aprile l'abusivismo edilizio non si è fermato. A Licata, altri due cittadini sono stati, infatti, denunciati ai magistrati della procura della Repubblica di Agrigento con l'accusa di avere violato la legge sull'edilizia.

Il dato è contenuto nel report, pubblicato sull'albo pretorio on line del Comune, che dà conto dell'attività di contrasto al «cemento selvaggio» che nello scorso mese di aprile è stata posta in essere dagli agenti della polizia municipale e dai tecnici del dipartimento Urbanistica del Comune.

Gli immobili che i due licatesi stavano realizzando in assenza di concessione edilizia, o comunque in variante al permesso ottenuto dal Comune, sono stati posti sotto sequestro. Queste due denunce si aggiungono alle 5 ordinanze di demolizione firmate dal dipartimento Territorio ed Ambiente del Comune.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X