stampa
Dimensione testo
IN APPELLO

Campobello, sbranato dai cani: due condanne confermate
 

Confermata anche in Appello la condanna per la morte del pensionato di 73 anni Calogero Profeta sbranato e ucciso da due cani davanti alla sua casa di campagna a Campobello di Licata.

I giudici palermitani, in sostanza, hanno ritenuto giusta l'applicazione della pena di un anno di reclusione, per l'accusa di omicidio colposo, a Girolamo Emanuele Rinallo, campobellese di 32 anni. Il padre Gioacchino, 56 anni, in precedenza aveva patteggiato dieci mesi e venti giorni di reclusione evitando un vero e proprio processo contrariamente al figlio che, difeso dall'avvocato Carmelo Casuccio, ha sostenuto invece di non essere il proprietario dei cani che scapparono dal terreno e uccisero il pensionato.

Il giudice lo ha condannato anche a risarcire i familiari dell'anziano (costituiti parte civile con il patrocinio degli avvocati Salvatore Manganello, Vincenza Gaziano e Giovanni Lo Loggio) ai quali dovrà pagare subito una provvisionale di 10 mila euro.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X