DA GDS IN EDICOLA

Tredicenne vittima di abusi sessuali a Menfi e Gibellina affidata ad una comunità

La ragazzina che sarebbe stata vittima di abusi sessuali a Menfi e Gibellina è stata affidata ad una comunità. Intanto, la madre della tredicenne, una donna di nazionalità romena, ieri, nell’interrogatorio di garanzia, nel carcere di Pagliarelli, a Palermo, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

La piccola, così come riporta Giuseppe Pantano in un articolo del Giornale di Sicilia online, era già stata allontanata da casa già nel dicembre del 2017, quando sono state avviate le indagini.

Secondo la ricostruzione, sarebbe stata costretta a subire rapporti sessuali e la madre l’avrebbe accompagnata nei luoghi dove si consumavano gli incontri per somme che andavano dai 30 ai 200 euro.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X