stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta "Giano Bifronte" ad Agrigento, tutto ruotava attorno a Vetro e Minafò
NUOVI PARTICOLARI

Inchiesta "Giano Bifronte" ad Agrigento, tutto ruotava attorno a Vetro e Minafò

AGRIGENTO. I soggetti "chiave" dell'inchiesta denominata «Giano Bifronte» sono: Antonio Vetro, 48 anni di Favara, e Paolo Minafò, 51 anni, che lavorava all'Irfis "e che era socio occulto dell'Intersystem, una Srl che svolgeva l'attività di consulenza illegittima" - secondo quanto è stato evidenziato durante la conferenza stampa in Procura.

«Vetro ha capacità oltre la media rispetto a tanti commercialisti. Come riqualifica un bilancio lui, sono davvero in pochi. Fra i due, Paolo Minafò - ha spiegato i presunti ruoli il tenente colonnello, a capo del comando provinciale della Guardia di finanza, Fabio Sava - si limita ad aggiornare sulle novità, ma poi era Vetro che istruiva la pratica". E all'Intersystem Srl gli imprenditori sarebbero andati perché il finanziamento agevolato dell'Irfis lo si otteneva. L'Intersystem sarebbe stata, dunque, - secondo quanto emerge dall'inchiesta - una «porta d'ingresso per ottenere semplicemente i fondi».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X