stampa
Dimensione testo
INFRASTRUTTURE

Racalmuto, in arrivo 200 mila euro per il viadotto Malati

AGRIGENTO. Rientra tra le opere finanziate. Si attende soltanto la firma dell'accordo di programma quadro da parte del governo nazionale ed il progetto esecutivo - da 200 mila euro - potrà essere appaltato dal Libero consorzio comunale. E' arrivata quella che è una vera e propria svolta per il viadotto Malati di Racalmuto che, dal 2014, è ristretto su un'unica corsia, nella porzione centrale, sul quale si procede - almeno in linea teorica - a senso unico alternato.

La conferma che i fondi ci sono e che i lavori potranno - dopo due anni di interdizione parziale del cavalcavia - essere avviati è giunta dopo una riunione richiesta dal sindaco di Racalmuto Emilio Messana e promossa dall'assessore regionale alle Infrastrutture Giovanni Pistorio. Presenti anche l'ingegnere Di Carlo del Libero consorzio di Agrigento e l'ingegnere Vincenzo Falletta dirigente regionale delle Infrastrutture Viarie e il consigliere comunale Angelo Di Vita.

«Siamo soddisfatti per la conferma del finanziamento per la messa in sicurezza del cavalcavia - ha dichiarato il sindaco di Racalmuto Emilio Messana - ma rimangono le emergenze delle due strade provinciali che collegano Racalmuto con il Nisseno. Per la strada provinciale 14 Racalmuto - Montedoro, in pessime condizioni e chiusa al transito, il Libero consorzio sta predisponendo un progetto esecutivo - spiega Messana - di quasi due milioni di euro e valuterà di intervenire nei tratti maggiormente disastrati e colpiti dalle frane. La strada Racalmuto - Milena, che conduce alla miniera di salgemma e allo stabilimento dell'Italkali, nel tratto che ricade nel territorio di Racalmuto, non è strada provinciale, pur avendone le caratteristiche.

Occorrerà, dunque, trasferirla al Libero consorzio. L'Utc ha predisposto - prosegue Messana - un computo metrico dei lavori per sistemare la strada che ammonta a 800.000 euro. È una cifra improponibile per le casse comunali e stiamo lavorando, nell'attesa di poterla trasferire al Libero consorzio che vive una lunga stagione di commissariamento che ne condiziona le funzioni e l'azione, per individuare gli interventi strettamente necessari a metterla in sicurezza. Il raddoppio della statale 640 che sarà completato, per l'intero tratto: Agrigento-Caltanissetta, nel 2018, rende possibile e concreta l'idea di realizzare un'importante infrastruttura viaria che possa immettere direttamente i paesi del Vallone Nisseno nella 640. E' un investimento strategico - ha concluso il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana, - per il nostro territorio, necessario per mettere in collegamento paesi ed economie ad oggi isolati».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X