stampa
Dimensione testo
IL CASO

Polemiche al Carnevale di Sciacca, finale contestato: il verdetto può finire in tribunale

di

SCIACCA. Il Carnevale di Sciacca rischia di finire in Tribunale perché l’associazione seconda classificata si è rivolta ad un legale per valutare se ci sono gli estremi per un ricorso contro la valutazione della giuria che ha piazzato al secondo posto il carro “Battito Animale”, con un distacco di un solo punto dal vincitore, “Raggi di Luce”.

«Noi non abbiamo nulla contro il carro che ha vinto – precisa Vincenzo Cucchiara, carrista di “Battito Animale – ma sono stati componenti della giuria a parlare di una votazione a pari merito e questo deve essere chiarito».

La giuria ieri è uscita con un comunicato stampa in cui precisa che «non si è proceduto alla conta dei voti complessivi perché ad ogni singolo giurato si chiedeva la valutazione personale su determinate voci e non il parere finale». Per la giuria lo scarto di un solo voto tra il primo e il secondo «testimonia che ciascun componente della giuria ha votato con trasparenza, serenità e senza influenze o pressioni esterne».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X