stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Canicattì, ricordato il sacrificio del giudice Saetta
COMMEMORAZIONE

Canicattì, ricordato il sacrificio del giudice Saetta

di

CANICATTI'. Si è chiusa con il ricordo del sacrificio del giudice Antonino Saetta e del figlio Stefano la «Settimana della Legalità», organizzata dall' amministrazione comunale di Canicattì in collaborazione con le associazioni "Amici del giudice Rosario Livatino" e "Tecnopolis".

Ieri, in occasione del 28esimo anniversario dell' uccisione dei due canicattinesi, avvenuta il 25 settembre del 1988 lungo la Strada Statale 640 Agrigento - Caltanissetta all' altezza del viadotto Giulfo, sono stati due i momenti principali che hanno caratterizzato la giornata dedicata alla memoria del giudice Saetta e del figlio Stefano.

Il primo momento, vissuto sempre con grandissima sobrietà e compostezza dai familiari del magistrato ucciso dalla mafia, si è svolto al cimitero comunale di Canicattì dove si è tenuta una breve ma intensa cerimonia di commemorazione alla presenza delle più alte cariche civili e militari della provincia di Agrigento e dei rappresentanti dell' amministrazione comunale di Canicattì con in testa il sindaco Ettore Di Ventura.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X