stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abusi sessuali sulla figliastra ad Agrigento, la zia: l'ho convinta io a parlare
TRIBUNALE

Abusi sessuali sulla figliastra ad Agrigento, la zia: l'ho convinta io a parlare

di

AGRIGENTO. «Mia nipote mi raccontò di avere subito degli abusi da parte del compagno della madre, la convinsi a parlare e raccontarlo anche alla polizia».

Inizia così il racconto della zia della ragazzina, adesso quasi diciottenne, che per sette anni sarebbe stata costretta a subire abusi sessuali dal patrigno con la complicità della madre che, per questo, è finita anche lei sotto processo. Ieri, per circa quattro ore, è stata ascoltata la donna che raccolse le confidenze della bambina e decise di denunciare tutto contrariamente alla madre che, sostiene l' accusa, in Questura prima di essere ascoltata dai poliziotti è stata intercettata mentre invitava la figlia a non "cunsumari" (rovinare) il proprio compagno, un netturbino cinquantenne.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X