stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Danno erariale e incarichi illegittimi, condannati vertici del consorzio "Tre Sorgenti"
CORTE DEI CONTI

Danno erariale e incarichi illegittimi, condannati vertici del consorzio "Tre Sorgenti"

CANICATTÌ. L'ex presidente e due funzionari dirigenti del consorzio acquedottistico «Tre Sorgenti» di Canicattì (Ag) sono stati condannati dalla Corte dei conti per danno erariale determinato dall'attribuzione di incarichi e consulenze illegittime. Il risarcimento maggiore è stato inflitto all'avvocato Calogero Mattina, ex presidente del consorzio, che dovrà pagare al Tre Sorgenti poco meno di 154 mila euro. Condanna anche per Fabrizio Lo Porto e Gaspare Alletto ex responsabili dell'area amministrativa e di quella economico-finanziaria.

Ognuno di loro dovrà versare nelle casse del Tre Sorgenti poco meno di 77 mila euro oltre agli interessi e alla rivalutazione monetaria. Prosciolto invece Calogero Greco ex responsabile dell'area amministrativa. La vicenda nasce da una serie di esposti ed accessi compiuti dalla Guardia di finanza e dalla Regione Siciliana in merito a consulenze e incarichi legali affidati da Mattina all'avvocato Gigi Restivo Pantalone, ex sindaco di Racalmuto. Incarichi fotocopia, senza preventiva ricognizione delle figure professionali interne e soprattutto -sempre secondo i magistrati contabili- senza alcuna utilità per il consorzio Tre Sorgenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X