stampa
Dimensione testo
POVERTA'

Licata, irruzione in Comune: indigente minaccia assessore con un coltello

LICATA. Minaccia con un coltello l'assessore ai Servizi sociali, Cultura e Pubblica istruzione, Daniele Vecchio, che nella stanza del sindaco nel Comune di Licata (Agrigento), stava incontrando i dirigenti del Licata calcio per programmare la prossima stagione agonistica. Un indigente quarantenne, che reclamava sostegno, è stato bloccato dalla polizia ed è stato portato in commissariato.

Lo scorso 24 febbraio, il sindaco Angelo Cambiano, mentre era in Comune, venne colpito al volto con una testata che gli fratturò le ossa nasali da un pescivendolo che chiedeva un contributo economico. Il 9 maggio, invece, venne incendiata la casa di campagna del padre del sindaco che da mesi ormai è in prima linea per le demolizioni degli immobili abusivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X