ARAGONA

Depuratore nel fiume Platani: condannati sindaco e predecessore

di

ARAGONA. Il depuratore di Aragona non era a norma e scaricava reflui fognari direttamente nel Vallone. Tuttavia non è stata commessa alcuna omissione di atti di ufficio né tantomeno sussiste il reato di danneggiamento.

Queste le decisioni del giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella che ieri mattina ha condannato il sindaco Salvatore Parello, l’ex sindaco Alfonso Tedesco, in carica nel quinquennio precedente, e il dirigente comunale Rosario Monachino.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X